News » Communication » Giugno 2018 » Il futuro dei media tradizionali

Quale futuro per i media tradizionali? Scomparire o diventare arte?

25/06/2018
Nulla è più inutile di svolgere in maniera efficiente un’attività che non andrebbe svolta affatto
- Peter Drucker -

Quante volte avrete letto che i media tradizionali sono morti? Poche o tante che siano, sono comunque troppe. Il web, i canali digitali, il modo di vivere ha mutato la portata e la forza della tv, radio e stampa.

Cambiato, forse diminuito, ma certamente non cancellato. Nessuna azione web oggi ha la visibilità di uno spot in tv. Nessuna azione web oggi dà il prestigio di una pagina sul Corriere della Sera.

Mai come in questo momento c’è spazio per fare qualcosa, non solo di nuovo, ma anche di “notabile” e notevole, proprio con i media tradizionali. Utilizzando sia la multicanalità (e i social come “sponde per andare in buca”. CocaCola e McDonald già lo fanno, per tacere dei mille spot con profusione di #) sia la creatività.

E qui ci sono le praterie Oceani blu in cui tuffarsi. L’utilizzo dei media tradizionali in questa fase storica della comunicazione è dominato dalla paura di sbagliare. Obiettivi di marketing tradotti alla lettera, senza nessun guizzo. Un guitto, al massimo, come testimonial. Niente di più. L’unica strategia adottata è il “bombardamento”. Come ai tempi di Aiazzone: provare per credere.

Il medium è il messaggio
- Marshall McLuhan -

Ma nessuno crede più alle prove dei commercial così come sono. Vanno ripensati. Bisogna prendere consapevolezza e coraggio. Consapevolezza che il pubblico a cui ci rivolgiamo è cambiato. Considerarlo un consumatore che acquista è svilente per chi crea e per chi riceve il messaggio promozionale. Bisogna iniziare a dargli la dignità di persona, “persona che sceglie” (nella bella definizione di Paolo Iabichino).

Avere la coscienza che il lavoro di un pubblicitario entra in migliaia di case, senza chiedere il permesso e, proprio per questo, chiedere a noi stessi sensibilità, rispetto e dignità.

La pubblicità è la più grande forma d’arte del XX secolo
- Marshall McLuhan -

Un’idea che si faccia notare per il valore. Che dia valore e non che entri per forza bruta. Avere coraggio, magari sbagliare, ma osare. Osare per emozionare. Perché solo emozionando si può arrivare alle persone. E l’emozione è il fine dell’arte.

Forse è vero: la pubblicità è una forma d’arte.
News

news Timmagine

25
6
2018
Boolebox si affida a Timmagine: una sicurezza! Dal 24 giugno on air lo spot del software per la sicurezza dei dati on line BooleBox  realizzato da Timmagine.

news comunicazione

20
9
2018
Il cinema a portata di azienda: il valore dell'anamorfico La verità è che in questi tempi frenetici, la conoscenza della tecnica è diventato un asset imprescindibile. La creatività si nutre di tecnologia.

Workshop Web Marketing

Timmagine organizza workshop gratuiti: l’occasione giusta per scoprire le potenzialità del web marketing e aggiornarsi sugli ultimi fenomeni della rete.

Competenze

Le nostre competenze ci permettono di consigliare ciò che è funzionale all’obiettivo.

Team

Cosa facciamo è parte di chi siamo.
E Timmagine siamo noi. Un'agenzia di marketing e comunicazione a Brescia con 34 professionisti.

Francesca Baronio
Responsabile graphic design
Sonia Bettini
Web e graphic designer
Wilma Biasetti
Account new business
Debora Bodei
Web designer, SEO specialist
Eva Borgini
Responsabile ufficio stampa
Andrea Bottoglia
Web e graphic designer
Gianmarco Cauzzi
Web e graphic designer
Roberto Falda
Direttore generale
Luciano Fusato
Responsabile Sviluppo Clienti
Francesco Glavina
Responsabile multimedia
Stefania Luscia
Addetta amministrazione
Barbara Marini
Account executive
Luisa Massetti
Account executive
Luca Miele
Responsabile web marketing
Luca Monaco
Web e graphic designer
Nicola Morello
consulente copywriter
Sara Moreni
Web e graphic designer
Alessandro Pace
Assistente multimedia
Davide Paloschi
Responsabile IT
Francesca Pasquariello
Web e graphic designer
Orietta Pavoni
Addetta contabilità
Leonardo Pelo
Direttore Creativo
Mirko Pinto
Programmatore PHP
Alberto Quacquarini
Art Director
Matias Recondo
Programmatore PHP e HTML5
Francesco Riccardi
Social media manager
Roberto Sartorelli
Art Director
Stefania Scandella
Account executive
Giuseppe Seccamani
Consulente marketing
Giulia Torre
Assistente IT
Stefania Vezzola
Responsabile amministrazione
Mario Zanotti
Sales account
Elia Zenone
Direttore clienti
Paola Zorzi
Account